CLUB

MEDIA

PANTERE

STAGIONE 23/24

ROMA-POMIGLIANO 2-0 | TABELLINO E CRONACA

ROMA – Ritorno dei quarti di Coppa Italia, un ritorno di formalità dopo il pesante passivo subìto dalle pantere nella gara di andata. Sarà l’occasione per dare minutaggio a chi ha giocato poco, a chi deve recuperare condizione, a chi deve ritrovare gioco e gambe in vista della seconda parte di campionato che dovrà portare le granata alla salvezza. L’impresa stagionale, obiettivo principe di un’intera annata. Oggi contro la forte Roma riposo totale per Gaia Apicella e Ana Lucia Martinez; per loro solo un allenamento pre-partita e poi sostegno a distanza dalla tribuna dello stadio Tre Fontane, casa della regina del campionato che ha da giocarsi ancora tutti gli obiettivi stagionali: campionato, coppa e champions. Per il Pomigliano una parentesi infrasettimanale di preparazione in vista della trasferta del Vismara contro il Milan, prima della chiusura della regolar season in casa con il Sassuolo (25 febbraio). Tutto ancora in gioco, tutto terribilmente equilibrato in attesa di recuperare Asia Bragonzi, elemento fondamentale per dare peso ad un attacco che costruisce tanto e finalizza poco. Si parte e al 2’ si registra il tentativo dalla distanza di Selerud con palla bloccata da Fierro. Poi tanto gioco a centrocampo, complice anche il risultato rassicurante dell’andata per le ragazze di Alessandro Spugna. Al 15’ la Roma preme e viene innescata Glionna che mette un cross perfetto per la testa di Kajzba che colpisce male a pochi metri dalla porta di Fierro. Passa la Roma al 21’ con Kramzar che chiude in rete un cross dalla sinistra di Selerud. Vantaggio giallorosso. La squadra di casa preme e al 24’ Glionna ci prova su calcio di punizione dal limite, assegnato per un tocco di braccio di Caiazzo su conclusione ravvicinata (cartellino giallo troppo generoso). La sua conclusione ottiene solo un angolo. Sugli sviluppi il tiro Ciccotti termina alto sulla traversa. Prova ad uscire dalla propria metà campo il Pomigliano con una bella iniziativa di Amorim Dias che trova sponda in Sena e apertura verso Sangarè: una progressione che non produce effetti offensivi. Prende coraggio il Pomigliano sull’asse Fusini-Sangarè ma la francese perde l’attimo giusto per puntare alla porta avversaria (41’). Senza recupero si va al riposo.

Si riparte con il Pomigliano che schiera Corelli al posto di Amorim Dias e gli effetti della scelta si vedono subito: un’azione insistita della neo entrata attiva Sena che punta l’area ma calcia sul fondo da buona posizione (47’). Costruisce ancora in fase offensiva la squadra di Alfano e arriva al tiro con Di Giammarino. Conclusione debole e centrale. Risposta Roma con un tiro di Kramzar su corto disimpegno di Rabot. Di Giammarino gestisce bene la sua zona di competenza e prova a creare difficoltà alla retroguardia di casa: il suo diagonale è forte ma impreciso. I ritmi bassi non favoriscono il gioco della Roma che ci prova da fuori area con Cinotti con una conclusione che supera la traversa. Trova il raddoppio la Roma ancora con Kramzar che conclude in rete al termine di un’azione d’angolo che aveva visto la squadra giallorossa colpire un palo su colpo di testa di Kollmats (63’). Pericolosa mischia in area campana al 75’ con Minami che conclude a rete ma il suo tentativo viene ribattuto. Pomigliano vivo in ripartenza con Corelli che serve Sangarè ma il suggerimento è troppo in profondità favorendo l’uscita di Ohrstrom (82’). Corelli spreca un contropiede su apertura di Sangarè; appena in area perde il contatto con il pallone e vanifica l’opportunità di accorciare le distanze (84’).

Dopo tre minuti di recupero finisce la partita. La Roma accede alle semifinali di Coppa Italia, il Pomigliano saluta la competizione. Un buon test in vista della gara di domenica prossima con il Milan, gara dove i punti torneranno a contare, dove muovere la classifica significherà difendere quella sesta posizione utilissima, patrimonio in dote da far valere nella seconda fase della stagione.

ROMA 2-0 POMIGLIANO
[ROMA (RM), 08-02-2023 | “TRE FONTANE” | ore 14.30]

ROMA: Ohrstrom, Minami (79’ Linari), Cinotti, Landstrom (71’ Petrara), Ciccotti, Glionna (65’ Serturini), Selerud, Kajzba, Bergensen, Kollmats, Kramzar (65’ Losada Gomez). A disp.: Lind, Ceasar, Giacinti, Giugliano, Greggi. All.: Alessandro Spugna.

POMIGLIANO: Fierro, Fusini (52’ Rizza), Passeri, Rabot, Amorim Dias (46’ Corelli), Sena Das Neves (69’ Ferrario), Sangarè, Di Giammarino, Battelani (52’ Gallazzi), Novellino, Caiazzo (69’ Golob). A disp.: Cetinja, Buttino, Rocco, Buonpane. All.: Gerardo Alfano.

Arbitro: Giuseppe Mucera di Palermo
Assistenti: Mattia Morotti di Bergamo, Alberto Rinaldi di Pisa
Quarto assistente: Giorgio Brozzoni di Bergamo

Reti: 21’ Kramzar (R), 63’ Kramzar (R)

Note: Giornata assolata con terreno in erba naturale in buone condizioni. Ammonite: Caiazzo (P 23’) Angoli 7-1.  Recupero 0’ pt, 3’ st.