CLUB

MEDIA

PANTERE

STAGIONE 23/24

IPPOLITO VANIFICA UN CALCIO DI RIGORE. LA FIORENTINA VINCE CONTRO UN GRANDE POMIGLIANO

In rete con Ferrario per il momentaneo pareggio. Dal dischetto Ippolito fallisce il sorpasso e la squadra subisce il ritorno vincente delle viola.

FIRENZE – Sfida numero sei tra Fiorentina e Pomigliano. Bilancio tutto a favore delle viola che nelle precedenti sfide hanno vinto cinque volte realizzando 11 reti e subendone solo 2. Lo scorso 15 ottobre la squadra di De La Fuente ha vinto per 4-1 a Torre del Greco, facendo intravedere il nuovo corso e il campionato che le viola potevano disputare, confermando a distanza di mesi il buon livello della rosa e le ambizioni in campionato. 28 punti in classifica a -2 dalla Juventus e a -8 dalla capolista Roma potenzialmente più vicina dopo la prima sconfitta stagionale imposta alle giallorosse ieri pomeriggio dall’Inter. Per il Pomigliano solite esigenze: fare punti per far crescere la classifica in questa prima fase per giocarsi la salvezza nella poule salvezza. Caruso opta per un 4-3-2-1, con esterni di difesa Novellino e Fusini, centrali Apicella e Caiazzo e con un centrocampo di sostanza basato sui tempi di Ferrario e sulla dinamicità di Di Giammarino, mentre a Rabot viene affidato il compito di stazionale a ridosso della linea offensiva con Ippolito e Harvey a sostenere la punta avanzata Nambi.

Calcio di inizio alle 12.30. Si inizia con il Pomigliano intraprendente, poi esce la Fiorentina ma i tentativi sono imprecisi e si perdono sul fondo o tra le braccia di Buhigas. Prova ad illuminare la partita Ippolito che con un pallonetto si libera per una conclusione in diagonale che Schroffenegger mette in angolo (10’). Risposta viola al 14’ con il traversone dalla sinistra di Toniolo, colpo di testa di Catena con palla alta sulla traversa. Al 23’ passa la viola con Johannsdottir che fulmina Buhigas con un diagonale all’incrocio e gara che si sblocca. Forte e imprendibile il tiro dall’interno dell’area di rigore granata. Due minuti e Ferrario illude con una bella punizione in diagonale che passa non lontano dal palo di sinistra di Schroffenegger (25’). Boquete si fa vedere al 28’: conclusione dal limite centrale della spagnola facilmente neutralizzata da Buhigas. Spreca il Pomigliano al 31’ con Martina Fusini che riceve un traversone di Nambi dalla destra, ma tira troppo di esterno mettendo sul fondo. Il Pomigliano è ordinato, esce palla al piede e costruisce con attenzione al 38’ una ripartenza di prestigio: Novellino, innesca Rabot che crossa dalla destra per una liberissima Harvey che colpisce al volo: sfera larga di poco. Ma al 40’ la squadra di Caruso riesce a capitalizzare al meglio lo sforzo offensivo: Fusini trova a centro area la testa di Ferrario che di precisione insacca sul palo più lontano prendendo in controtempo Schroffenegger. Rete meritata e partita che ritorna in parità. Senza recupero si va al riposo con un Pomigliano ordinato che sta tenendo campo e ritmo. Brave le nostre ragazze ad utilizzare gli spazi che la difesa di casa ha concesso in più di una occasione, facendo attivare delle pericolose ripartenze. Davvero un buon primo tempo quello offerto dalle nostre pantere.

Si riparte. Prova la Fiorentina al 48’con una punizione di Severini con conclusione di testa di Catena fuori. Johannsdottir si mette in evidenza con una bellissima rovesciata in area con sfera di poco alta sulla traversa (57’). Squadre che si allungano e concedono spazi ad azioni di ripartenza. De La Fuente mette nella mischia Lundin e Janogy al posto di Longo e Mijatovic. Al 63’ l’episodio che potrebbe cambiare la partita: su azione di disimpegno Lundin tocca con una mano in piena area. Calcio di rigore che Ippolito fallisce. L’argentina calcia debole e basso permettendo la parata di Schroffenegger. Occasione vanificata. Johansdottir ancora lei, di testa colpisce la traversa con palla che ricade a ridosso della linea di porta facendo gridare al gol. Rete che arriva al 77’ con Janogy, appena entrata al posto di Mijatovic, al termine di una concitata azione all’interno dell’area campana, chiude di testa un traversone che bacia il palo e si insacca alle spalle di Buhigas. Viola in vantaggio. Lundin al minuto 80 calcia debole e basso davanti a Buhigas che blocca. Arriva la terza rete della Fiorentina ancora con Janogy che dal limite trova spazio per un tiro angolato che tocca il palo e termina in gol (83’). Troppo pesante il passivo per le nostre ragazze. Termina una gara attenta, gestita bene per 73’ contro una forte Fiorentina. Una partita giocata a testa alta e tenuta in bilico, con un calcio di rigore sbagliato che poteva scrivere un nuovo epilogo alla gara. Resta la prestazione, l’ottima gara disputata, il tanto di positivo sul quale lavorare e preparare le prossime sfide.

FIORENTINA 2-1 POMIGLIANO
[FIRENZE (FI), 21-01-2024 | “CURVA FIESOLE VIOLA PARK” | ore 12.30]

FIORENTINA: 1 Schroffenegger, 3 Spinelli, 7 Longo (58’ 22 Lundin), 10 Catena (84’ 34 Agard), 14 Toniolo (74’ 44 Faerge), 16 Erzen (74’ 9 Hammarlund), 18 Johannsdottir, 20 Mijatovic (58’ 17 Janogy), 21 Severini, 23 Georgieva, 87 Boquete. A disp.: 24 Baldi, 4 Cinotti, 5 Tortelli, 30 Zanoli. All.: Sebastian De La Fuente.

POMIGLIANO: 12 Buhigas, 2 Apicella, 3 Fusini (82’ 1 Battistini), 4 Harvey, 5 Caiazzo, 6 Rabot, 7 Nambi (86’ 11 Manca), 10 Ippolito, 21 Di Giammarino (82’ 8 Domi), 28 Ferrario, 33 Novellino (82’ 17 Szymanowski). A disp.: 44 Gavillet, 18 Vingiani, 72 Schettino. All.: Alessandro Caruso.

Arbitro: Simone Gavini di Aprilia
Assistenti: Matteo Gentile di Isernia, Umberto Galasso di Torino
Quarto ufficiale: Fabrizio Marabese di Nichelino

RETI: 23’ Johannsdottir (F), 40’ Ferrario (P), 77’ Janogy (F), 83’ Janogy (F)

Note: Giornata fredda. Campo da gioco in erba naturale in discrete condizioni. Ammonite: 57’ Di Giammarino (P), 65’ Buhigas (P), 74’ Ippolito (P). Angoli: 5 -6 Recupero: 0’ pt, 5’ st.